Home
Chi siamo
Iniziative
Dicono di noi
Storia e Beni storici
Apertura chiese Affrescate
Links

Biodigestore di Olmeto

Negli anni ’90 del secolo scorso fu costruito a Olmeto, una frazione di Marsciano, un biodigestore per produrre energia elettrica con i rifiuti dei maiali. Questi maiali erano allevati in soccida e nella valle di Olmeto ce ne erano circa 60.000, ammassati in stalle che ne potevano contenere molti di meno. La proprietà del biodigestore era del Comune, che lo gestiva anche direttamente. Molto presto inziò a funzionare malissimo probabilmente per insufficiente manutenzione, ma soprattutto perché bruciavano di tutto e di più. Nei primi 10 anni di questo secolo si formò un “Comitato di Olmeto” composto da cittadini della valle per combattere la puzza causata dai maiali e l’inquinamento dell’acqua e dell’aria causato dal biodigestore. I tumori infatti erano saliti molto sopra la media nazionale e le acque dei pozzi erano estremamente inquinate. La nostra associazione si è alleata con il Comitato di Olmeto e con analisi fatte ad hoc e con esposti e denunce nel 2010 siamo riusciti a far chiudere il biodigestore. Questa seconda vittoria, con risvolti anche legali, ha aumentato le ire della maggioranza, che reggeva allora il Comune di Marsciano, nei confronti della associazione.

 

© 2007-2010 Associazione contado di Porta Eburnea. Tutti i diritti riservati